Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per conoscere i cookie utilizzati dal nostro sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se continui nella navigazione di questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Vittorio Storaro ha vinto tre premi Oscar per la direzione della fotografia dei film Apocalypse now di Francis Coppola, Reds di Warren Beatty e L’Ultimo Imperatore di Bernardo Bertolucci.

Nato a Roma nel 1940, si diploma nel 1956 come Maestro fotografico presso l’Istituto Tecnico Duca D’Aosta. Nel 1958 si certifica presso il “C.I.A.C.” Cineoperatore del Colore. Nel 1960 si diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia in Ripresa Cinematografica. Subito dopo, anche se non ha ancora raggiunto l’età richiesta, viene ammesso al corso di Cinematografia presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

La prima grande occasione arriva nel 1968 con il film Giovinezza giovinezza, diretto da Franco Rossi. È il primo film che dà a Storaro la possibilità di esprimere compiutamente la sua estrema attenzione per i valori della luce.

Nella sua straordinaria carriera lavorerà con registi come Bernardo Bertolucci, Luigi Bazzoni, Dario Argento, Giuseppe Patroni Griffi, Fabio Carpi, Giuliano Montaldo, Salvatore Samperi, Luca Ronconi, Francis Coppola, Warren Beatty, Carlos Saura e tanti altri, sviluppando un linguaggio cinematografico, dove la luce e i colori riescono a scrivere una versione personale della realtà.

Attualmente sta lavorando negli Stati Uniti per il nuovo film di Woody Allen, dopo la felice realizzazione di Café Society dello stesso regista.

Per ulteriori approfondimenti: www.storarovittorio.com